About me

Gennaio 2015  Agosto 2017

Ciao a tutti, mi chiamo Lea e sono un Medico Anestesista/Rianimatore con un Master in Formazione in Nutrizione Umana Normale e Patologica.

Napoletana di origine, vivo a Genova, città natale di mio marito, da un pò di anni: motivo per cui i miei pasticci culinari risentono della fusione di queste due meravigliose culture gastronomiche.

Le mie giornate sono riempite da mia figlia, mio marito, dalla nostra micetta (a parer mio la gattina più dolce delme mondo), dal mio lavoro, dalle cenette con gli amici e dai miei mille hobby (direi quasi azzerati da quando è arrivata la piccola!!!): leggo, scrivo, dipingo, suono, amo cucinare, viaggiare, fare sport, adoro il mare, l’aria aperta…. e si… adoro la vita.

Non sono nè una cuoca nè una fotografa (chiedo venia per le foto OSCENE che farò ai piatti, ma cucino sempre di corsa, e le foto vengono fatte spesso a tavola un attimo prima di cenare, inoltre la presentazione, haimè, non è proprio il mio forte!!!), e da anni mi confronto con la mia intolleranza al lattosio… ricordo ancora quando me l’hanno diagnosticata… per le prime due settimane ho pianto praticamente tutti i giorni, cercando invano tra gli scaffali dei supermercati qualcosa che potesse andare bene per me. Poi ho capito che forse era meglio, e di sicuro più salutare, cucinare tutto in casa con le mie manine, merendine e dolciumi compresi, ed è stato un successo, sia per il palato che per il mio intestino.

Due Quattro anni fa, in più, ho dovuto combattere il male del secolo, che ti colpisce maligno anche se sei giovane, anche se sei medico, anche se non hai sintomi e te ne accorgi per caso… la battaglia è stata dura  e ne ho ancora tante altre da combattere ma, se sono qui a scrivere, vuol dire che non tutto è andato perso. Sono qui, posso ancora dedicarmi agli altri, sempre più convinta che le malattie che uccidono di più purtroppo sono quelle di cui meno si parla… sono quelle più subdole, quelle che si insinuano piano piano giorno dopo giorno nel nostro metabolismo… e che, nessuno lo dice abbastanza, possono essere non solo prevenute, ma anche GUARITE  in parte con la sola alimentazione.

Ed eccomi allora qui, a raccontarvi la mia cucina, quella semplice, quella di ogni giorno, la mia cucina senza lattosio (adattissima anche ai non intolleranti!), con ricette prese dal web, da riviste, da libri, da mia madre, da amici, e rielaborate senza lattosio e secondo i miei gusti, e soprattutto, eccomi qui a raccontarvi qualche piccolo segreto sulla sana alimentazione. Non sono una “salutista” di quelle rigide, ogni settimana lascio sempre spazio per quelle che io chiamo “le porcate culinarie”, perchè rigidi non bisogna esserlo mai, e qualche strappo alla regola, senza mai esagerare, possiamo sempre concedercelo, ma sto cercando di darmi uno stile di vita diverso, più sano, dove, nonostante i turni di lavoro, gli orari sballati ed i ritmi frenetici, io riesca a mangiare non “quello che capita e quando posso”, ma cose che facciano bene al corpo e allo spirito: mangiare sano non vuol dire necessariamente mettersi a dieta o fare sacrifici… mangiare sano si può in maniera semplice e anche con gusto: provare per credere!