Archivi categoria: Secondi vegani

Polpettone di melanzane senza uova

polpettone di melanzaneIl polpettone di melanzane è un modo goloso e sano di usufruire delle mille proprietà di questo vegetale così versatile: contengono antiossidanti favorendo la salute del cuore, sono ricche di antiociani che migliorano la salute del cervello, sono ricche di fibre che aiutano l’intestino e di vitamina B, e di sali minerali per la salute delle ossa. Chi lo dice che per avere un buon polpettone bisogna per forza usare la carne?

Continua a leggere

Polpette di soia verde senza uova al forno

polpette di soia verdeCome vi ho già raccontato parlandovi delle polpette di soia gialla, per me le polpette sono un “simbolo”, e in questo periodo dell’anno per me è doveroso farle. Rinunciare alla carne e alle uova nella preparazione di queste delizie non è stato facile, ma avvicinandosi al mondo vegano le idee sono mille e tutte sane e buone: polpette di quinoa e broccoli, polpette di quinoa e lenticchie e le intramontabili e già citate polpette al sugo. Oggi vi propongo delle polpette fatte con la soia verde i cui semi sono chiamati anche fagioli mung o green gnam: sono rimasta colpita dalla loro morbidezza e bontà. La prima volta le ho preparate senza spezie e sono già buone così, ma voi potete sbizzarrirvi come meglio credete. Il consiglio è sempre di accompagnarle a qualche salsina, possibilmente senza grassi saturi, come l’ottima maionese senza uova fatta in casa.

Continua a leggere

Polpette quinoa e broccoli senza uova

polpette quinoa e broccoliLe polpette quinoa e broccoli sono un finger food tanto semplice e goloso quanto sano. Ideali da usare sia come antipastino sia come secondo piatto vegano meglio se accompagnate a maionese senza uova, sono un toccasana per la nostra salute dopo gli eccessi delle feste. Basti ricordare le mille proprietà antiossidanti, antitumorali, antiaggreganti e disintossicanti dei broccoli insieme all’alto contenuto di vitamine e minerali sia dei broccoli che della quinoa per non parlare delle pochissime calorie che non tolgono nulla al gusto, insomma, da provare assolutamente!

Continua a leggere

Polpette quinoa e lenticchie al forno (senza uova)

Continua il feroce periodo lavoro-impegnivitaprivata, le ore di sonno diminuiscono, il caldo impazza e polpette quinoa lenticchiesempre meno è il tempo per organizzare pasti decenti. Le opzioni per la sopravvivenza rimangono due: o ricattare il marito costringendolo a cucinare (a rischio e pericolo sul risultato :-P), o preparare cibi in grosse quantità da poter conservare e scaldare al momento opportuno! E quale migliore soluzione se non le intramontabili polpette? Si preparano prima e si conservano in frigo per qualche giorno, pronte per essere cotte all’occorrenza.

Il contenuto proteico di queste polpettine è paragonabile a quello delle polpette di carne, ma ne guadagniamo in qualità  e in calorie. 

La quinoa è la pianta con più proprietà nutritive al mondo, ma visto il suo alto contenuto di amido, è usata come un cereale, ma non ha glutine, quindi è ideale per i celiaci. Ricca di magnesio, fosforo e ferro, contiene molti aminoacidi importanti per il nostro corpo, come la metionina, per non parlare della vitamina A ed E, potenti antiossidanti. Insomma, ideale per chi soffre di patologie cardiovascolari e anche per chi segue un regime dietetico ipocalorico.

Le lenticchie sono da secoli considerate “la carne dei poveri“. Sono utili nella prevenzione dell’arteriosclerosi poiché i pochi grassi in esse contenute sono di tipo insaturo. Ricchissime di fibre combattono la stipsi ed il colesterolo cattivo. Inoltre contengono anche soflavoni e antiossidanti, sostanze che “puliscono” l’organismo. Sono anche molto ricche di tiamina, utile alla memoria e di vitamina PP un potente equilibratore del sistema nervoso, con azione antidepressiva e antipsicotica. Infine, sono molto indicate per tutti coloro che necessitano di ferro, mentre sono assolutamente controindicate nei soggetti iperuricemici.

Insomma: un concentrato di salute e di energia! E in più…. sono proprio buone!!!! Io le ho cotte al forno per renderle ancora più leggere, vi consiglio di associarle alla maionese senza uova o ad una salsa concentrata di pomodoro, le renderà ancora più buone!

Continua a leggere

Frittata di carciofi al forno senza uova, senza lattosio

I più sono convinti che per una buona frittata l’ingrediente principe siano le uova. Ma non è così! La farifrittata di carciofi è una frittata fatta senza le uova, a base di farina di ceci, una farina vegetale, frittata senza uovache non ha nulla a che invidiare alla frittata tradizionale (ricca di colesterolo) e che, come ogni frittata che si rispetti, viene comoda quando sai che non hai tempo per cucinare e hai bisogno di qualcosa di pronto (e nutriente magari!).

Vi capitano mai quei periodi in cui hai talmente tanti impegni da avere a stento il tempo di dormire e mangiare? Figuriamoci poi cucinare!!! Ecco, io sto vivendo proprio uno di quelli, e in questi casi, la soluzione più semplice da sempre adottata sono pasti rapidi fatti di qualsiasi cosa capiti sotto mano. Niente di più sbagliato! E allora stavolta sto cercando di darmi una regola, e la soluzione più sana sono piatti da fare in grosse quantità il giorno prima e da conservare in frigo, per scaldarli al momento opportuno, anche il giorno dopo.

La farifrittata è un piatto fantastico perchè a differenza della frittata tradizionale a base di uova, è priva di colesterolo, ha la metà dei grassi contenuti in un uovo (e sono tutti grassi “buoni”) ed è ricchissima di proteine. Io ci ho aggiunto i carciofi che, come ho già avuto modo di raccontarvi sono ricchi di proprietà: regolarizzano il transito intestinale, contengono magnesio, calcio, ferro, fosforo e potassio, e son ricchissimi di sostanze antiossidanti che ci proteggono dai danni dei radicali liberi, hanno effetto diuretico e ammortizzano la sensazione di fame; i carciofi sono consigliatissimi a chi soffre di ipertensione, colesterolo, diabete, sovrappeso e cellulite. 

Per cui: correte ai fornelli…. tra l’altro è buonissima!

Continua a leggere

Polpette di soia al sugo senza uova senza lattosio


polpette di soia senza lattosio 1Il 5 marzo per me è un giorno speciale.
E’ un giorno di tristi ricordi, ma anche da festeggiare.
E’ il giorno in cui sono stata operata, in cui ho perso tanto, ma mi hanno ridato la vita. Il 5 Marzo deve essere un giorno di sorrisi, di sogni, di nuove speranze, per me e per tutti quelli che come me hanno combattutto, combattono e combatterano. Perchè vincere si può, basta crederci, basta volerlo, basta cercare dentro se stessi per trovare la forza, la voglia di vivere, e si diventa leoni, si diventa guerrieri, si diventa invincibili.

Le polpette di soia per me sono un simbolo. Una sorta di altra “vittoria“. Perchè sconfiggere certi mostri si può farlo anche in cucina, e le polpette di soia dimostrano quanto la carne rossa non sia necessaria per mangiare delle polpette al sugo golosissime e soprattutto sane.

Prepararle è semplice e divertente, si può farlo anche con i bimbi (pasticciare li invoglierà a mangiare) e, se (e sottolineo SE) vi avanza un pò di sugo, sarà buonissimo per condire la pasta.

Continua a leggere

Quiche di zucchine senza lattosio, senza uova

Quella che vi propongo oggi è una ricetta che viene da un’improvvisazione.quiche zucchine senza uova

Mio marito adora la quiche di zucchine, una sera avevo voglia di mangiarla anche io e mi son detta… proviamo con qualche modifica… e l’esperimento è riuscito! La torta è molto gustosa, e se ve ne avanza un pò il giorno dopo (vi consiglio di riscaldarla) è ancora più buona!

Ho usato la farina di ceci in sostituzione delle uova, e ho usato il latte senza lattosio per renderla più sostanziosa (la ricetta originale prevede uova, latte e formaggio), ma se nell’arco della giornata avete già assunto la vostra dose di latticini, meglio usare l’acqua (ricordo di usare due dosi di acqua per ogni dose di farina di ceci, regolatevi poi in base alla grandezza dello stampo). Purtroppo in casa avevo solo un rotolo di pasta sfoglia rettangolare, che mal si adatta allo stampo rotondo, quindi, perdonate l’orribile presentazione, son sicura voi saprete fare di meglio! Buon appe!

Continua a leggere