Petto di tacchino al forno con scamorza senza lattosio

petto di tacchino al fornoQualche giorno fa al supermercato mi sono imbattuta nella Scamorza senza lattosio e non ho potuto resistere: era troppo tempo non ne assaggiavo…. mi era mancata tantissimo! Ne ho avanzata un pò per riproporre una ricettina che preparavo spesso con le mie coinquiline quando studiavo all’università. Questa ricettina può tranquillamente essere riprodotta con il petto di pollo, ma ormai l’avrete capito, preferisco il tacchino: la carne può sembrare più difficile “da gestire” in quanto diventa facilmente “stopposa” ma il segreto sta nella cottura, bisogna fare in modo cioà che la carne non si disidrati perdendo i liquidi. Il metodo di cottura migliore, quindi, per il tacchino è la piastra ben calda, in modo tale si formi la classica crosticina (attenti a non carbonizzarla poichè il bruciacchiato è cancerogeno) che impedirà ai liquidi di fuoriuscire e la fettina risulterà morbidissima, quindi: prediligere la piastra, ben calda, scottare le fettine pochi minuti per lato…. non vi deluderà!

PETTO DI TACCHINO AL FORNO CON SCAMORZA SENZA LATTOSIO

Tempo: 30 min
Difficoltà: facile

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr di petto di tacchino (max 1 cm di spessore)
  • 300 gr scamorza
  • 300 gr pomodorini ciliegino
  • sale
  • olio evo

Procedimento:

Cuocere il petto di tacchino su una piastra ben calda (pochi min per lato) finchè non si dora e salare
tacchio1
tacchio2

Lavare i pomodorini, tagliarli a metà e disporgli su di una teglia condendoli con sale ed olio
tacchio3

Coprire con uno strato di petto di tacchino
tacchio4

Coprire con uno strato di scamorza tagliata a fettine
tacchio5

Cuocere per 15 min in forno preriscaldato a 200°C
tacchio6tacchio7

petto di tacchino al forno

 

Messo il tag:, , , , , , , , ,

9 thoughts on “Petto di tacchino al forno con scamorza senza lattosio

  1. Fior di Sambuco 14 settembre 2016 alle 15:50 Reply

    Ultimamente vedo molti latticini senza lattosio e la tua intolleranza non può che beneficiarne, senza privarti del gusto, sono proprio contenta. Anche se non ho problemi mi piace cucinare “senza”: ecco un lato della “modernità” che apprezzo. Ciao.

    Liked by 1 persona

  2. milesweetdiary 15 settembre 2016 alle 18:10 Reply

    Finalmente riesco a tornare da te con vero piacere!

    Liked by 1 persona

  3. ricettedacoinquiline 15 settembre 2016 alle 19:19 Reply

    Ne faccio uno simile! Però a cotoletta e con formaggio sotto e pomodoro sopra 😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...